Venerdì, 31 gennaio 2020

I verdi liberali accolgono favorevolmente il controprogetto all’iniziativa multinazionali responsabili

„I verdi liberali desiderano che i diritti umani e dell’ambiente vengano rispettati dalle aziende elvetiche anche all’estero. Il controprogetto all’iniziativa multinazionali responsabili della Commissione degli Affari Giuridici spiana la strada senza un’inutile burocrazia”, secondo il consigliere nazionale Beat Flach, che ha sostenuto attivamente il controprogetto all’interno della commissione.

È centrale che la Svizzera non si lasci sfuggire gli sviluppi internazionali per la protezione dei diritti umani e dell’ambiente. L’obbligo di diligenza formulato nel controprogetto mira ad assicurare che le aziende svizzere rispettino anche all’estero le disposizioni internazionali in materia di protezione dei diritti umani e dell’ambiente. Il controprogetto è orientato ai principi guida dell’ONU e dell’OCSE per le imprese multinazionali e ai comprovati principi della responsabilità del codice delle obbligazioni. Le PMI e le società con un rischio ridotto saranno esentate, per tutte le altre gli obblighi saranno limitati al minimo richiesto. L’economia ottiene così la necessaria sicurezza giuridica. I verdi liberali si batteranno in Consiglio nazionale a favore di questo controprogetto.